Domenica 15 novembre alle ore 20 segnaliamo la presenza di Silvano Agosti al suo Piccolo Cinema Paradiso, in via Francesco Lana 15 (corso Garibaldi). Il regista presenzierà alla proiezione del suo nuovo film “Il fascino dell’impossibile”, opera che racconta la storia “impossibile” di Luigi Orazio Ferlauto, prete siciliano (oggi ultranovantenne) che partendo dalla povertà di una Troina rasa al suolo dai bombardamenti bellici, costruisce la struttura che oggi è punto di riferimento per tutta la regione: “L’Oasi”. “L’Oasi” è centro per ospitalità e terapia disabili e la sua particolarità è che è stata costruita interamente con materiale di scarto e recupero, dalla gratuita volontà di amici e volontari. I protagonisti ritratti in questa storia sono infatti i volti umili dei volontari, delle educatrici, dei ragazzi e bambini disabili abitanti del centro. Il film è la testimonianza più sincera e incantata di come sia ancora possibile, anche partendo dalla povertà più assoluta, costruire qualcosa di utile e valido per la comunità. Imperdibile e rara la presenza del regista in sala che si intratterrà per un dialogo aperto col pubblico.

Silvano Agosti (Brescia 1938) è scrittore, regista, poeta, ma ama definirsi semplicemente “un essere umano”. Dopo essersi diplomato all’Istituto magistrale scappa di casa e viaggia attraverso l’Europa e il Medio Oriente. Nel 1962 si ferma a Roma dove si iscrive e diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia. Grazie ad una borsa di studio vola a Mosca dove studia l’opera di Eisenstein. Di ritorno dalla Russia collabora con Bellocchio al montaggio de “I pugni in tasca” e con altri autori della scena romana. Conosce e filma le grandi personalità del periodo (Alekos Panagulis, Indira Gandhi, Franco Basaglia). Come regista ha all’attivo un trentina di opere tra film e documentari, ma nessuno dei suoi film è proiettato o distribuito nelle sale nazionali, causa censura. Negli anni ’80 fonda il cinema “Azzurro Scipioni” a Roma, a fine anni ’90 in via Francesco Lana il “Piccolo Cinema Paradiso” di Brescia. Le sue sale cinematografiche sono realtà uniche sul panorama nazionale, luoghi dove poter vedere i capolavori della storia del cinema, dove leggere, incontrarsi, discutere, parlare.”Dove il cinema è arte”.

Per maggiori informazioni sull’uomo e l’opera rinviamo ai link del suo sito (www.silvanoagosti.com)

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca