Domenica 7 maggio in Piazza Duomo si è svolta una giornata interamente dedicata alla
prevenzione. “La salute scende in piazza. Hai a cuore la tua salute?” era il titolo scelto per
questa edizione che ha visto protagonisti molti professionisti, ma soprattutto tanti ragazzi e
giovani volontari provenienti da importanti associazioni quali ADMO, ABIO, LILT, ADPB,
AIDO e FVS, oltre alla straordinaria partecipazione di specialisti in vari ambiti e settori
della sanità come Urologia, Nefrologia, Infettivologia e Ginecologia, accompagnati da
alcuni tirocinanti del SISM (Segretario italiano Studenti di Medicina) che hanno organizzato
l’evento.
Noi di Glabradio eravamo presenti e siamo stati onorati di poter intervistare volti giovani,
ma anche esperti, su argomenti delicati e spesso molto attuali.
Nello specifico, vorremmo ora parlarvi dell’incontro con la dottoressa Voltolini Annamaria,
ginecologa specialista convenzionata presso i poliambulatori della ASST Ospedale Civile
che nello specifico si occupa di HPV (e quindi dei tumori legati all’utero) e sterilità, un
fenomeno sempre più in crescita nelle donne.
1. Per iniziare, ci può dire cos’è HPV?
Il Papilloma Virus è un virus che può causare infezioni che oggi sono estremamente diffuse.
Solitamente, l’infezione provocata da questo virus non provoca nessuna grave alterazione se
non malattie della cute o piccole mucose e si risolve da sola. In una minoranza dei casi però
questa può avanzare e provocare quindi danni al collo dell’utero. La maggior parte delle
donne guarisce spontaneamente ma, se non curato, il virus può avanzare e sviluppare forme
tumorali.
2. Quali sono le principali cause che possono causare la malattia? C’è qualcosa che,
nel concreto, le donne possono fare per diminuire il rischio?
La prima causa che può portare alla contrazione del virus è il rapporto sessuale non protetto.
Certamente poi esistono altre cause secondarie, come infezioni alla bocca, il fumo e uno
stile di vita non sano. Il primo modo per difendersi però dal virus è uno: usare dei
contraccettivi sicuri, in modo tale dal proteggere il rapporto sessuale e sicuramente il
proprio corpo da eventuali attacchi.
3. Per quanto riguarda l’argomento “sterilità”. Si è parlato molto di vaccinazioni: il
vaccino contro il papilloma virus può essere causa di sterilità?
Assolutamente no. Anzi, il vaccino previene sia la diffusione del papilloma e non
compromette in alcun modo la sterilità della donna che comunque, per prevenire la
contraccezione del virus, è chiamata ad utilizzare sempre dei giusti contraccettivi durante i
rapporti sessuali,
4. Quanto è importante la prevenzione e quanto è stata utile? La situazione sembra
migliorata?
In questi anni la prevenzione ha fatto passi da gigante e ha aiutato molto le donne, che sono
state informate sui rischi e sulle conseguenze che il papilloma virus può comportare.
Sicuramente la situazione a Brescia è migliorata, anche se molto rimane da fare in Italia e
nel resto del mondo. La sensibilizzazione rimane infatti un punto cruciale per debellare il
virus.

Elisa Copeta
Beatrice Voto

Post recenti

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca